Stranizza d’Amuri

Cari amici, ieri sera ho visto un film che è una piccola meraviglia e vi segnalo senza indugi: “Stranizza d’Amuri”, esordio alla regia di Giuseppe Fiorello. Racconta l’amore fra due ragazzi adolescenti (Gianni e Nino) che si sviluppa nel tempo di un’estate aspra ed incantata, infiammata dall’euforia per i successi dell’Italia ai Mondiali del 1982, in un ambiente sociale e famigliare ostile (la Sicilia provinciale degli anni ’80). I due giovani si incontrano a causa di un incidente e iniziano a coltivare una tenera ed intensa amicizia che non tarda a trasformarsi in amore, ma amandosi scatenano la reazione violenta della comunità in cui vivono, fino ad un tragico epilogo. Ispirato ad un fatto realmente accaduto (il delitto di Giarre del 1980), non è tuttavia un film manifesto. Non sposa la polemica e la militanza. E’ un inno all’amore omosessuale tanto più convincente ed emozionante quanto più esente dalla retorica e dalla rivendicazione, ma affidato con levità e naturalezza alla POESIA. L’incontro fra Gianni e Nino è ritratto con sobrietà e delicatezza: loro si amano, punto, nel senso più pieno, naturale e puro. Ma questa purezza si scontra fatalmente con il pregiudizio e la ferocia, ciechi in quanto incapaci di guardare oltre una barriera atavica di tabù, che scherma l’accesso al sentimento e alla bellezza. Invito ad andare a vedere questo film per entrare in punta di piedi in una dimensione che ancora oggi guardiamo con sospetto o rimuoviamo, anche negli ambienti più illuminati. Amore per la bellezza della vita, pur nelle sue tragiche contraddizioni, e un prezioso tassello in più nella comprensione della tortuosa ed abbagliante complessità dell’umano, è ciò che mi sono portata a casa. Dedico queste emozioni a tutti gli “irregolari”, i “queer”, gli amanti non convenzionali (qualsiasi significato si voglia attribuire a queso termine), alla cui schiera mi onoro di appartenere!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *